sabato 31 marzo 2007

Perdete 3 minuti di tempo...

...e guardatevi questo video...
sinceramente, ne salta fuori una cosa un pò grottesca, ma non distante dalla realtà dei fatti...

Diciamocelo, i veri uomini non giocano a calcio
almeno in Italia

e non essendo io influenzato dalla retorica italiota sugli eroi di Berlino (quelli, semmai, sono quelli che frequentano il K17), piazzo il video e mi faccio 4 risate


Varie ed eventuali



PREMESSA: scrivo questo post per arrivare a 10 post nel mese di marzo ... evviva la sincerità

  1. Giovedì hanno suonato i MR PIG al The Gammon (vicino a Pordenone). Concerto spettacolo come al solito, posterò le foto appena mi arrivano. A chi se ne è stato a casa posso solo dire "Ennesima occasione persa, ma ormai sono solo affari vostri". Solo un appunto al gruppo: smettiamola coi Dream Theater, 5 canzoni sono davvero troppe... capisco che siate dei fenomeni tecnicamente e che abbiate voglia di sfoggiare, ma se proprio dovete progheggiare, almeno fatelo coi Rush.


  2. Che palle questi Dream Theater. Non è colpa loro, che almeno un capolavoro assoluto (Images and Words) l'hanno fatto, ma di tutti i musicanti che si sono messi a copiarli senza criterio. Ma che facciamo, suoniamo musica per i musicisti? Finchè hai 16 anni va bene, ma dopo è meglio darsi una regolata...


  3. Piove. Quindi non posso prendere la moto. Tristezza. Tedium Vitae. Per fortuna c'è il METAL.


  4. Qualcuno ha il sospetto di vivere nella Repubblica delle Banane? Basta accendere la tv...


  5. Ma quanto eccezionale è il primo album dei TRIXTER? Mi sa che ci vuole una recensione a breve...


  6. Beccatevi questo video e ditemi se riconoscete qualche protagonista





lunedì 26 marzo 2007

martedì 20 marzo 2007

Ve ne sparo altri 3

Le recensioni piacciono. Soprattutto se si parla male dei gruppi. Ma voglio fare un favore a tutti e quindi parlo di album da AVERE. Due non sono proprio ultimissime uscite, ma abbastanza recenti da trovarsi ancora in giro. Il terzo è duro da scovare, ma vale lo sforzo.
Ritengo scontato che i CD recensiti si vadano a comprare originali, non in negozi virtuali gestiti da muli o torrenti… vedete voi…



CRASHDIET, “Rest in Sleaze” (2005). Davvero in Svezia mettono qualcosa nelle aringhe. Altro gruppone in stile Los Angeles anni ’80… e non solo nel look (tra primi Motley e Hanoi Rocks). Ma non sono come gli altri. Perché, a differenza del 90% delle band ottantiane eruttate dalla Scandinavia in questi anni, i Crashdiet sanno scrivere i refrain. E in questo genere il ritornello (all’italiana, orsù) conta. Conta troppo per lasciarlo in secondo piano, dietro al make up e ai proclami di sessodrogarokkerolle. “Riot in Everyone” e “It’s a Miracle”: ascoltare e poi fuori a fare casino! Il sito lo vistate clikkando qui.
PS Nel 2006 il cantante-chitarrista-fondatore Dave Lepard si è suicidato (a 26 anni!) e il gruppo sta tornando in giro con un nuovo singer. Lo dico solo a scopo di completezza. La musica rimane…


AMON AMARTH, “With Oden on Our Side” (2006). In un precedente post li avevo bacchettati per i loro testi alla “Conan contro l’Uomo Budino”. Non sono migliorati. Però è migliorata la musica. Miglior album da anni, secondo solo a “Once Sent from the Golden Halls”. Potenti e marziali, con un bel po’ di melodie epiche che fanno apprezzare pure le smargiassate delle lyrics. L’influenza dei Maiden li rende molto più digeribili, e certamente “Runes to My Memory” è una delle mie songs preferite degli ultimi tempi (roba da massimali in panca piana, crederci!). Gli estremisti li stanno già accusando di essersi venduti… ma quando la finiamo noi Metallari di tirarci la zappa sui piedi???
Andate ad ascoltare i pezzi sul loro sito Myspace, ma si astenga chi non digerisce la voce catarrosa…


SHARK ISLAND, “Law of the Order” (1989). Avevano tutto per farcela nel 1989. ma non ci sono riusciti. Peccato, perché l’album è un CAPOLAVORO, non accetto discussioni! Cantante spettacolare, canzoni da brivido (“Shake for Me” e “Get Some Strage” potevano fare epoca). Forse hanno fallito nel look, erano un gruppo come tanti e in quegli anni DOVEVI esagerare… Sono tornati in giro da poco con un nuovo album che non vale la metà di questo esordio ma che straccia molte uscite di band recenti. Potevano spaccare il mondo, ma la Storia del Rock è piena di queste contraddizioni: a volte basta essere lì al momento giusto, gli Shark Island erano a 2 metri di distanza e non ce l’hanno fatta.Anche loro sono su MySpace, andate a metterli alla prova!

martedì 13 marzo 2007

Solerzia!

Non faccio nemmeno in tempo a elogiare una band che subito Metal Brigade si prodiga in creazioni ESCLUSIVE!!!

Siore e siori, solo per questo blog...


...METAL BRIGADE...


...e Ganesh (Elephant Proteyn) Design...


PRESENTANO


WIG WAM


e se volete vedervi il video del loro "Gonna Get You Someday" (canzone dell'estate?)

lunedì 12 marzo 2007

3 Hard Rock Albums

Tre album che vi renderanno la primavera memorabile... e non arrivano dalla Califonia...


BROTHER FIRETRIBE "False Metal". Hard Rock con chitarroni alla finlandese. Una delle sorprese dell'anno scorso. Non sono saltati fuori dal nulla, il chiarrista suona nei Nightwish e il cantante nei Leverage. Potrebbe essere il solito side-project per divertirsi e spillare qualche euro ai fan. Potrebbe, e forse lo è. Ma le canzoni divertono, potenti nelle ritmiche alla Stratovarius (anche per la produzione) ma melodiche nelle linee vocali. E i tastieroni fanno troppo anni '80. Dei tre sono forse i meno accattivanti, ma solo perchè gli altri due sono over the top. Se vi capita, date un ascolto al loro sito MySpace...




THE POODLES "Metal Will Stand Tall". Questi invece sono svedesi, sono sui quaranta e hanno suonato con Talisman, The Ring e gentaglia varia. Altro side-project, ma di rara intensità. Azzeccano proprio l'unica cosa che veramente conta: le canzoni. Splendide. Anni '80, è ovvio. Non puoi suonare melodico e rockeggiante se non hai le radici negli Eighties. Questi hanno anche la testa e il cuore in quegli anni. Consigliatissimi soprattutto per il buon gusto. E gli perdoniamo anche il nome orrendo e la copertina pesantemente garage rock. CLIKKATE QUI! PS Notato come due album su due abbiano la parola "Metal" nel titolo? Specchietti per le allodole o voglia di prendersi in giro. Per me, n. 2 nelle recensioni di oggi...

WIG WAM "WigWamMania". And the winner is: WIG WAM. Dalla Norvegia... poche storie, il gruppo hardrockglam degli ultimi 5 anni. Se la Finlandia ha mandato Lordi all'Eurofestival, la Norvegia ci ha spedito i WIGWAM (e noi mandiamo Toto Cutugno...). Volete il Rock? Volete la Potenza? Volete i Coretti Ruffiani? La Melodia Strappamutande? La Cagnara? I Testi Sbellicosi? Un solo acquisto: WIG WAM. Non voglio nemmeno perdere tempo a descriverli. CLIKKATE QUI
E fatemi sapere se i nuovi Messia del Rock'np'Roll non sono qui. Per me, i Johnny Lima del Circolo Polare Artico.
NUMERI 1 nelle recensioni di oggi

domenica 11 marzo 2007

...


Tolgo un sassolino dallo stivale.

Leggendo qua e là i prodotti della concorrenza (vale a dire gli altri blog) mi sono reso conto che:

1. Siamo tutti scrittori. O almeno ci consideriamo tali. Forse anche io, se ho l’ambizione di scrivere queste quattro righe? Il problema è che al mondo (e in Italia soprattutto) la gente che scrive è di gran lunga più della gente che legge. Problema? Meglio chiudere qui…
2. Il 90% dei blog che ho visitato sono accozzaglie di riflessioni sulla vita, sull’amore, sulla morte, su sé stessi, sugli altri, su tutto.

E qui ti volevo…

Qualcuno mi ha rinfacciato che in questo spazio non svelo il mio Io interiore. Non si capisce chi sono e cosa voglio. Quindi tradirei il senso del blog-archetipo, che dovrebbe essere specchio dell’anima.

A proposito di gente che scrive ma non legge, appunto.

Che il blog debba essere uno spazio personale, non ci piove. Che debba essere un diario del cuore dove ci si atteggia a poeti maledetti o sensibili anime belle incomprese dalla vita e dal prossimo, questo è inaccettabile.
Ognuno ci può scrivere quello che gli pare. Anche niente (e a volte il silenzio è un dono).
Molti usano il blog per esprimere punti vista: sempre ben accetti, in un’epoca di assoluto relativismo … per non dire menefreghismo. Altri ci scrivono poesie. Altri ancora pensieri sparsi sulla propria vita, sulle esperienze, sull’amicizia e il tradimento, sugli ideali, amore-cuore-amore, blahblahblah!
Grazie.

Qui le cose non vanno così.
Vuoi conoscere l’Io interiore di qualcuno? Ci tieni? E perché poi? Il mondo è fatto di uomini cipolla, li sfogli e alla fine non resta nulla… quindi anche l’Io interiore è maschera.
Ma se proprio vuoi conoscere qualcuno, vai a parlarci. E guardalo negli occhi. Lo schermo del computer non dice niente. Tutti lo usano come scudo. Ti siedi al computer, ragioni un po’, digiti qualche frase, copi da altri autori, butti là un paio di massime ad effetto, rubi un’immagine accattivante: ecco il tuo Io interiore. Ragionato e costruito per: piacere, non piacere, commuovere, divertire, irritare, interessare, compatire…

Il Mondo, quello vero, sta altrove.

È venuta bene questa predica da parroco di campagna. Peccato essere stato vittima della crisi di vocazioni.

venerdì 9 marzo 2007

'80 STYLE


Iniziamo una carrellata di prodotti per la gioia dei nostri occhi...
Ecco a voi una delle ultime produzioni di GANESH, che sperduto nelle paludi padane occupa il (poco) tempo libero sognando L.A., le pailettes, i lustrini, ricchi premi e cotillons!
Postate, postate

mercoledì 7 marzo 2007

Un consiglio


Spero sia una cosa scontata...

venerdì 2 marzo 2007

Un pò di robaccia...


E' uscita la mia recensione sul concerto dei Firetrails, la trovate a questo link ...

clikka qui, se hai coraggio

Ne ho già scritta una per questo blog, ma la mia esuberanza verbale è incontenibile!

Date un'occhiata anche alle recensioni di Walter, che segue tutti i concerti del Nordest con la costanza tipica dell'ultrà!
se vi è sfuggito cosa fare, clikkate qui

giovedì 1 marzo 2007

MySpace


Con un paio di anni di ritardo rispetto al resto del mondo
e con una preparazione di base in ambito HTML pari a quella di una trota
finalmente anche il sottoscritto ha un suo ...

un suo ...

insomma, un coso su MySpace


Potete godervelo al seguente link



e se anche voi avete un coso su MySpace potete divetare miei amichetti e possiamo fare insieme tante cose di cui non ho ben capito la natura... il fatto però che ognuno sia a casa propria mi rassicura sulla poca promiscuità